Vivere di Trading: i Segreti dei Broker Esperti

broker william gannWilliam Delbert Gann, uno dei maggiori investitori e speculatori finanziari mondiali storici di tutti i tempi, ha stilato delle regole d’oro per fare trading al meglio, evitando di perdere denaro. Di seguito vedremo quali sono questi utili dettami attraverso cui scambiare valute in maniera proficua, aumentando al massimo le probabilità di fare soldi.

I metodi di Gann per tradare al meglio

Anche se si tratta di principi risalenti al secolo scorso, sono comunque tutt’ora validi ed efficaci, rappresentando il miglior punto di partenza per tutti coloro che si apprestano a tradare nel mercato del forex, o lo fanno già da tempo e sono insoddisfatti dei risultati ottenuti.

Non a caso le regole di Gann, già ai primi del 1900 avevano un’efficacia che si attestava attorno al 92%, rivelandosi ancora oggi il più efficace metodo per prevedere gli andamenti del mercato finanziario con incredibile accuratezza ed aspirare all’obiettivo prefissato da molti di arrivare a vivere di forex.

Ovviamente i risultati ottenuti non furono dovuti al caso ma frutto di approfondite ricerche e di attente osservazioni nel mondo borsistico.

Gann studiò infatti l’andamento dei prezzi delle azioni e, per ampliare le sue conoscenze, esaminò tutti i titoli trattati dal 1820 in poi.

Analizzò anche la storia degli ultimi quattro secoli di alcune significative commodities, dedicando più di 35 anni della propria vita allo studio esclusivo degli indici e dell’andamento del mercato azionario.

All’epoca, quando decise di condividere ciò che aveva appreso, furono ben pochi i privilegiati trader ad avere accesso ai suoi corsi.

Anche perchè i costi erano talmente proibitivi che solo un numero esiguo di partecipanti poterono permetterseli.

Basti pensare che ogni iscritto per attingere ai suoi insegnamenti borsistici dovette sborsare una cifra pari a circa 70 mila euro di oggi (5 mila dollari di allora).

Nonostante molte delle sue tecniche siano rimaste rimaste tutt’ora sconosciute, certo è che Gann, dopo tanta esperienza, giunse alla conclusione che per un trading vincente fosse indispensabile seguire alcune regole fondamentali da rispettare sempre e comunque.

Dalle sue trattazioni emersero i motivi essenziali per cui la maggior parte degli investitori perdono soldi nel comprare e vendere azioni.

Riassumendo, in primis la mancanza di conoscenza, che porta spesso alla conseguenza di speculare ben oltre il capitale che ci si può permettere.

Oltre a ciò, altra abitudine assai pericolosa, non ordinare di fermare le perdite e porre dei limiti ai profitti.

Il metodo di Gann è efficace principalmente quando opera su basi temporali; ciò rende infatti possibile determinare sia quando il mercato cambierà direzione sia il miglior livello di prezzo su cui entrare o uscire da un qualsiasi investimento sui titoli.

Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli insegnamenti lasciati ai posteri da uno dei più grandi investitori di tutti i tempi in ambito borsistico finanziario.

Utilizzare sempre gli Stop Loss: usare in ogni caso gli ordini di protezione per individuare e definire la massima perdita che si è propensi a tollerare, evitando di perdere tutto inutilmente.

Evitare l’Over Trading: ennesimo tra gli errori forex, operare simultaneamente su troppi titoli e mercati diversi non è una condizione ideale poichè così facendo si potrebbero perdere degli ingressi importanti. La soluzione ottimale è invece quella di soffermarsi di volta in volta su un solo mercato con pochi titoli.

Frazionare il capitale: secondo Gann non bisognerebbe mai investire più di un decimo del proprio capitale per ogni singola transazione, ovvero ricordarsi sempre di adottare un buon money management.

Non trasformare in perdite i profitti: per evitarlo, è bene sempre portare lo Stop Loss a break – even ovvero al prezzo di apertura, in modo tale da non far diventare il profitto in una perdita.

Seguire la tendenza: Non mettersi mai contro i trend poichè possono essere così insidiosi che il più delle volte non si fa altro che perdere soldi.

Ascoltare le proprie indecisioni: poichè l’incertezza è il nemico peggiore dei trader, meglio non investire quando ci si sente assaliti dal dubbio.

Non entrare e uscire dal mercato troppo spesso: fare over – trading in maniera ripetuta e repentina aumenta il rischio di perdere soldi in favore di altri broker più esperti ed assennati.

Limitare gli scambi dopo una perdita: se dopo una perdita si continua a fare trading, la situazione di stress psicologico potrebbe influire negativamente anche negli investimenti successivi.

Meglio dunque prendere un momento di pausa per poi ricominciare a tradare dopo aver metabolizzato l’esito della transazione non andata a buon fine.


VOTA L'ARTICOLO:

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(52 voti - media: 9,94 su 10)
Loading...

LEGGI ANCHE: