Rischi Forex: Come Ridurli

Anche se il mercato Forex è piuttosto rischioso, è possibile gestire le numerose incognite che lo contraddistinguono ottenendo buoni profitti.

Questo perchè, più alti sono i rendimenti, tanto maggiori sono i pericoli che si corrono.

Vediamo dunque quali sono i principali rischi che si corrono quando si  fa trading e come limitarli o eluderli.

Rischi legati alla scelta del broker

Il primo azzardo che molti trader compiono sopratutto quando sono agli esordi è rappresentato dalla scelta della piattaforma su cui operare.

Infatti rivolgersi ad un broker poco serio può rivelarsi una vera a propria fregatura che può compromettere in poco tempo il capitale depositato o investito.

A volte si tratta di vere e proprie truffe, altre volte invece non si riesce ad operare per via delle limitazioni imposte.

In un caso o nell’altro, scegliere una pessima piattaforma fa perdere sia i soldi che le opportunità di generare utili.

Ricorda che i broker più affidabili  sono quelli in possesso della certificazioni di regolamentazione europea o statunitense se ci si affida a intermediari situati oltreoceano.

Per tale ragione, quando si valuta un broker, è bene innanzitutto verificare dove si trova la sede centrale e se possiede le autorizzazioni previste dalla legge.

Prima di scegliere a chi rivolgerti consulta anche le recensioni lasciate online dagli esperti del settore o comunque da altri trader che hanno già sperimentato di persona la singola piattaforma.

Rischi provenienti dai tassi di cambio

Bisogna fare attenzione anche alla volatilità dei tassi di cambio che possono cambiare repentinamente anche nel giro di qualche giorno.

A questo punto è ovvio che si può vendere la coppia di valute a favore di un’altra per guadagnare.

Se però si commettono errori di valutazione la conseguenza è quella di andare in perdita.

Un ottimo sistema per non incorrere nelle oscillazioni di mercato consiste nell’applicare  lo Stop Loss automatico, ovvero, determinare l’importo massimo che si è disposti a perdere in modo che, oltre tale cifra, le operazioni vengono interrotte.

Rischi derivanti dalla leva finanziaria

Un’altra minaccia nel forex è rappresentata dalla leva finanziaria.

Tale strumento offerto dai trader è utile per sostenere le operazioni e accrescere il guadagno rispetto all’investimento reale.

Attenzione però, perchè se la leva è troppo alta, può essere causa di perdite.

Se decidi di usarla non dimenticare di apporre dei limiti al suo impiego, in modo da avere sempre la situazione sotto controllo.

Rischi scaturiti dallo spread

Se investi nel forex, le tue operazioni possono essere messe a repentaglio dallo spread, fattore da tenere sempre sotto controllo.

Questo divario tra i rendimenti che si verifica sulle coppie di valute, rappresenta il compenso da attribuire al broker che si occupa di eseguire l’ordine.

Altra cosa a cui non dovete credere è quando una piattaforma vi scrive che non ci sono costi per effettuare le manovre di trading e che il tutto è gratuito, non è vero.

Più è alto, maggiore sarà l’importo da pagare all’intermediario finanziario sulla differenza di valore di un asset da quando lo si compra fino a quando lo si vende.

In conclusione, stando attenti al broker scelto, ai tassi di cambio, alla leva finanziaria ed allo spread, i rischi forex si possono ridurre ai minimi termini se non addirittura eliminarli del tutto.


VOTA L'ARTICOLO:

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(1 voti - media: 10,00 su 10)
Loading...

LEGGI ANCHE: