Pullback

Il Pullback è un’interruzione temporanea del trend in atto, che riporta momentaneamente i prezzi del prodotto finanziario, sui livelli precedenti al trend stesso, per poi riprendere a seguire il trend appena interrotto.

Pullback
Pullback

Pullback o inversione del trend?

Pullback si traduce letteralmente in “Tirato indietro” proprio per la caratteristica che lo compone: un ritorno indietro al trend in atto, sui livelli di rottura di supporti e resistenze appena infranti, per poi riprendere, dopo poco tempo, a seguire il trend in atto.

Molto spesso si manifesta durante un breakout; ma non solo, in quanto può evidenziarsi  anche durante le normali fasi di trading.

Ciò che lo differenzia da una vera e propria inversione del trend, con la quale potrebbe erroneamente venir confuso, è proprio la durata del fenomeno stesso.

Infatti, mentre un cambiamento di tendenza rappresenta un vero e proprio cambio di sentiment nel lavoro dei trader, con un movimento più stabile e duraturo nella direzione contraria, il Pullback si rivela con un’inversione temporanea dalla durata di poche sessioni di trading, alla quale segue la ripresa forte e duratura del trend in atto.

Altro punto essenziale che individua il Pullback, è che il ritorno indietro si avvicini al livello di supporto o di resistenza rotti in precedenza.

Molti indicatori, come le medie mobili o i punti Pivot possono, inoltre, aiutarci ad individuare meglio se quella che abbiamo di fronte è un inversione di tendenza o solo un Pullback, in quanto essi evidenziano i livelli di supporto e di resistenza.

Se il pullback rompe questi livelli, è probabile che si tratti di un’inversione di tendenza.

Come usare il Pullback

Il Pullback viene utilizzato come conferma del trend in atto; in quanto anche se in realtà esso rappresenta una controtendenza al trend in atto, conferma la forza di quest’ultimo, grazie al ritorno, dopo breve tempo, al trend in atto.

In effetti, se il trend in questione non fosse forte, assisteremmo ad una inversione completa del trend, ossia ad una nuova direzione del mercato.

Parecchi trader sfruttano i pullback come punti di entrata del mercato, aprendo le loro operazioni al termine della momentanea inversione.

Molto importante è non dimenticare di impostare uno stop loss a protezione dell’operazione, a non più di un paio di pips di distanza dal punto d’entrata.

Usare il pullback nel trading significa filtrare quelli che potremmo definire come falsi segnali di tendenza.

Questo perchè capita spesso che una tendenza, anche se forte, abbia una breve controtendenza.

Attendendo invece il pullback si ha una maggiore certezza che l’operazione vada a buon fine.

Ovviamente anche questo sistema non è privo di errori o controindicazioni.

La più ovvia delle quali è che il pullback non si manifesta sempre; quindi potremmo perdere importanti occasioni in attesa di un pullback che non si manifesterà mai.

Oppure potrebbe manifestarsi appena, avendo così una escursione minima tanto da non permettere nemmeno di individuarlo.

Motivo per cui è consigliabile utilizzarlo insieme ad altri strumenti di analisi tecnica che individuino, ad esempio, i livelli di supporto e resistenza, in modo da poterlo usare al meglio.