Glossario Forex

dado con simboli forexGlossario forex, vocabolario forex, dizionario forex. In qualsiasi modo lo si voglia chiamare, l’insieme di termini forex tecnici usati nel mercato delle valute (ed il relativo significato) rappresentano le prime cose da imparare per un principiante intenzionato ad approfondire l’argomento.

Glossario Forex

Account: il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni.

Accumulazione: incremento della propria posizione nel mercato. Fase di mercato in cui i grandi investitori comprano senza far salire i prezzi, solitamente preparatoria di un rialzo.

Adjustment (Adattamento): interventi di cambio delle politiche economiche interne di un paese finalizzati a correggere uno squilibrio nel pagamento o nel tasso della valuta ufficiale.

Aggregate Risk (Rischio aggregato): l’esposizione di un istituto bancario o altro ente creditizio ai contratti Forex da parte di un unico cliente.

Appreciation (Apprezzamento): nel forex il prezzo in salita di una valuta, in risposta alla domanda del mercato; in generale nell’ambito borsistico, l’incremento nel valore di uno strumento o di un bene.

Arbitrage (Arbitraggio): acquisto o vendita su un mercato facendo immediatamente l’operazione opposta su un altro mercato con lo scopo di beneficiare dalla differenza di quotazioni tra i due.

Ask (Lettera): prezzo al quale un broker (operatore del mercato del forex) è disposto a vendere un determinato quantitativo di titoli o contratti o coppia di valute.

At Best (al Meglio): istruzione data ad un intermediario di comprare o vendere al miglior tasso che si possa ottenere.

Aussie: termine comunemente usato per indicare il Dollaro australiano.

Balance: – il totale della somma di denaro presente su un account.

Bar chart (grafico a barre):  – rappresentazione grafica dei prezzi di mercato. Indica i valori (Open, High, Low, Close) per ciascun periodo (minuto, giorno,settimana, mese).

Back office: Il dipartimento e le procedure che servono alla registrazione e sistemazione delle transazioni finanziarie delle negoziazioni quotidiane.

Bear (Orso): fase di mercato caratterizzato da una tendenza al ribasso.

Benchmark: Indice di riferimento dei mercato nazionali.

Bid (Denaro): prezzo al quale un operatore è disposto a comperare un determinato quantitativo di titoli o contratti; il prezzo offerto per una valuta.

Bidirezionalità:  opportunità di prendere una posizione sul mercato sia rialzista che ribassista.

Big Figure: nel gergo dei Dealers indica le prime cifre di un prezzo di scambio che non vengono indicate poichè raramente cambiano nelle normali fluttuazioni di mercato. Ad esempio se il prezzo di Dollaro/Yen è 112.59/112.76, le tre cifre della Big Figure sono quelle prima della virgola.

Bollinger Bands:  rappresentano delle linee, poste sotto e sopra di una media mobile, costituite in base al valore assoluto della deviazione standard della media mobile.

Poiché la deviazione standard misura la variabilità media delle quotazioni, l’ampiezza della banda tenderà ad aumentare durante le fasi di mercato molto volatili e a contrarsi in caso di variazione contenutadei prezzi.

Book: insieme degli ordini in attesa di esecuzione.

Breakout: punto di rottura o perforazione di una formazione o livello.

Broker: operatore o un intermediario finanziario che mette in contatto due controparti senza assunzione propria del rischio. Solitamente si tratta di società che gestiscono gli ordini del cliente acquistando e vendendo valute ed applicando una commissione calcolata tramite la differenza tra il prezzo d’acquisto e quello di vendita.



VOTA L'ARTICOLO

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(31 voti - media: 10,00 su 10)
Loading...