Orari Migliori per Fare Trading

orari forexAnche per fare trading ci sono giornate ed orari più proficui di altri. Operare nel mercato delle valute, in alcuni momenti dell’anno, del giorno o della settimana, può contribuire ad ottenere maggiori guadagni. Vediamo a tal proposito quali sono le abitudini adottate dai broker forex più esperti del settore.

Il mercato del forex è sempre aperto e si può tradare 24 ore su 24, per un semplice motivo: c’è sempre qualche borsa operativa in una o più parti del mondo, 5 giorni a settimana, dalle ore 23 della domenica alle ore 23 del venerdì successivo (ora italiana); tra questi ci sono i momenti migliori per fare trading.

La giornata del forex comincia infatti con l’apertura delle contrattazioni nel mercato borsistico australiano di Sidney (ore 8 locali) e termina il giorno successivo quando a New York si chiude la borsa di Wall Street.

Sul Forex quindi le opportunità per guadagnare non mancano mai e se ne possono trovare numerose durante tutto l’arco della settimana, ecco perchè operare sul Forex negli orari delle diverse sezioni mondiali, può essere assimilato ad un vero e proprio lavoro, una professione oggi conosciuta con il nome di “operatore finanziario”, più comunemente detto trader!

Partendo da questa premessa, per aumentare i guadagni scambiando valute nel mercato del forex, è evidente che  conviene di più operare, preferibilmente nei giorni indicati, quando è aperto il maggior numero di mercati azionari.

Volendo andare più nel dettaglio, i momenti più favorevoli per ottenere profitto si configurano quando in contemporanea sono aperti i mercati azionari di Londra, Tokio e USA.

Questo perchè, durante queste sessioni forex, viene scambiato il maggior volume di soldi e c’è un più ampio movimento di scambi azionari.

Se poi desidera convertire i lassi di tempo migliori in maniera ancor più specifica, che tengano conto di quanto appena detto, si evidenzia che è preferibile aprire posizioni forex negli orari indicati di seguito.

Dalle ore 8 alle ore 9.30 della mattina, dalle ore 14 alle ore 18 e la sera tardi dopo le ore 23 sono gli orari migliori per tradare.

giorni considerati no in ambito forex, si intendono tali a causa dell’imprevedibilità dei mercati che si evidenzia maggiormente proprio nelle giornate indicate.

Anche se non è da ritenersi un momento migliore o peggiore per fare trading, risulta importante evidenziare inoltre la necessità di porre molta attenzione ai rumors o alle notizie appena uscite: le forti oscillazioni nell’immediato sono altamente probabili con l’immaginabile rischio che ne può conseguire.

In questi casi è meglio seguire la tendenza visto che spesso e volentieri risulta essere la strategia migliore per fare soldi scambiando valute nei mercati azionari del forex.

Passando invece ai momenti da evitare per fare forex scambiando valute, si sconsiglia fortemente di operare nelle ore pomeridiane del venerdì e nella serata dei giorni domenicali.

Il venerdì è sconsigliato perchè il mercato è imprevedibile, mentre la la domenica corrispondente alla riapertura dei mercati è preferibile evitarlo perchè in genere c’è poco movimento e pertanto non si può prevedere l’andamento.

Se proprio si vuole sfruttare il fine settimana, il miglior modo di farlo è quello di mettersi a studiare i grafici durante il week end.

Decisamente da evitare anche di tradare nei giorni festivi di tutti i paesi in cui si intende investire (ad esempio Natale, capodanno, nei giorni di festa nazionale che sono diversi da nazione a nazione).

Oltre a quanto appena detto, stare attenti anche a quei momenti in cui escono le notizie perchè, seppure influenzano il trend a lungo termine, nell’immediato possono comportarsi in maniera totalmente opposta.

E’ bene precisare infine che ovviamente quanto appena detto dipende anche dalla strategia scelta: coppia di valute preferite (ad esempio euro dollaro), tempo a disposizione, trading a breve (intraday) o lungo termine.

Infatti cambia molto se si apre e chiude una posizione ad esempio dopo 30, 60 secondi o qualche minuto, piuttosto che piazzare una posizione con l’intento di chiuderla molto tempo dopo.