Calendario Forex

Il calendario forex, comunemente inteso come un indicatore economico in costante aggiornamento delle informazioni generali sul mondo del trading finanziario, data la grande mole di dati che lo caratterizzano, non può essere preso come riferimento affidabile ai fini di una corretta negoziazione.

Al contrario può essere utile invece il calendario economico, per sapere con certezza luoghi e orari di apertura e chiusura dei mercati valutari, i cui dettagli sono riportati di seguito.

Calendario Forex: Cos’è

Il Calendario economico o macroeconomico è uno strumento indispensabile per essere costantemente aggiornati sui principali dati macroeconomici, gli avvenimenti, le news e sui più importanti market mover che possono condizionare l’andamento dei mercati del Forex, finanziari, azionari, valutari e di obbligazioni e titoli di Stato.

Il calendario eventi dunque aiuta a tenere traccia di tutto ciò che può influire sulle economie sottostanti e creare movimenti di prezzo.

I traders prestano particolare attenzione agli eventi globali, per cui i calendari economici sono uno degli strumenti chiave nell’analisi preliminare.

Mappa Ore Forex

La mappa ore forex dei mercati borsistici indica dettagliatamente quando aprono e quando chiudono le contrattazioni over the counter, intese come non regolamentate e non aventi sede fisica in un luogo preciso.

ore mercato forex

In alcuni casi nel medesimo momento alcuni di questi si sovrappongono, ed è il momento in cui c’è il più alto volume di traders in gioco.

Mappa Valori Forex

Mappa Valori Forex
Mappa Valori Forex

In questo caso si tratta di uno schema che riporta nel dettaglio tutti i valori di riferimento, ovvero:

  • Orario: l’ora in cui la news verrà presentata;
  • Valuta: la valuta e il mercato sul quale impatterà la news;
  • Impatto: l’importanza della news;
  • Evento: la tipologia di news macroeconomica;
  • Attuale: l’ultimo dato rilasciato;
  • Previsto: il dato previsto;
  • Precedente: il dato precedente.

Indicatori Trading Utili nel Calendario Forex

Per il trading nel Forex risultano essenziali i seguenti indicatori:

Tassi d’interesse: influenzano in modo molto marcato le coppie di valute.

PIL: indicatore indispensabile poichè rappresenta le ricchezze prodotte annualmente da un paese o da un gruppo di paesi.

Indice dei prezzi al consumo: permette di valutare il livello d’inflazione di un paese o di una zona geografica basandosi sui salari, sulla popolazione attiva e sulla disoccupazione.

Vendite al dettaglio: consentono di valutare il livello del potere di acquisto di un paese e, quindi, la sua inflazione.

Cifre relative a lavoro e disoccupazione: riflettono il livello di crescita di un paese e indicano di un’eventuale modifica della politica monetaria.

Calendario Forex: Interpretazione dei dati

Se i dati pubblicati differiscono dalla previsione, ci si può aspettare volatilità nella rispettiva valuta, mentre una differenza troppo marcata rischia di causare maggiore volatilità. L’indicatore di impatto mostra quanta volatilità è prevista.

Occorre tener presente che, nei mercati OTC, la quotazione avviene secondo il principio dell’incontro tra la domanda e l’offerta.

Per tale motivo i prezzi fluttuano continuamente, in rialzo o al ribasso; dunque se decidi di fare soldi tradando, assicurati di conoscere quali sono gli orari forex migliori in cui sono più alte le probabilità di chiudere posizioni vincenti.

Tenendo conto che il mercato forex è aperto 24 ore su 24, tutta la settimana esclusa la domenica, così come indicato nel grafico riportato di seguito che risulta essere molto utile per comprendere al meglio giorni e orari delle sessioni di trading nelle diverse parti del mondo.

Dati Ricavabili dal Calendario Forex

Da un calendario economico, un trader può estrapolare numerose informazioni:

  • orario di pubblicazione o dell’evento in base alla sua posizione;
  • origine dell’annuncio, ovvero il paese che pubblicherà la notizia;
  • importanza dell’evento e impatto sull’attività finanziaria in questione.

L’analisi dei risultati, abbinata alle statistiche previsionali e ai risultati precedenti, permettono di valutare l’evoluzione del mercato, ipotizzando un andamento futuro delle valute.

Ore Mercato Forex

Per sommi capi possiamo affermare che, globalmente, l’apertura dei mercati in cui si scambiano valute parte il lunedì mattina in Asia (quando in Europa è domenica sera) e chiude nel pomeriggio americano (corrispondente al venerdì sera europeo).

Fermo restando che non tutte le nazioni seguono la convenzione dell’ora legale e solare, generando conseguentemente dei problemi nel definire con estrema esattezza il calendario forex.

Oltre a ciò, siccome  anche i paesi che adottano la convenzione talvolta effettuano spostamenti di orario, questo può generare delle discrepanze.

In ragione di tali motivi, può accadere talvolta che anche i tempi di riferimento indicati subiscano oscillazioni spostando altresì la sovrapposizione delle sessioni di trading.

Come si può evincere dall’immagine, tenendo da riferimento l’ora italiana (GMT +1), la Borsa di New York apre alle 14 e chiude alle 22, quella di Londra apre alle 9 del mattino e chiude alle 17 di sera, quella di Tokyo apre alle 2 di notte e chiude alle 9 del mattino, mentre la borsa di Sydney in Australia apre alle 23 serali e chiude alle 7 del mattino.

Fermo restando che il market time forex è approssimativo per le ragioni appena spiegate, di seguito puoi consultare i momenti di riferimento in cui maggiormente le borse forex si sovrappongono:

  1. Sessione Asiatica dalle 23 alle 10 ora italiana;
  2. Sessione Europea dalle 9 alle 18;
  3. Sessione Americana dalle 14 alle 23.

E poichè in tali frangenti del calendario forex i volumi delle contrattazioni crescono, sono di certo i più propizi per tradare con successo.