Borsa Serale Italiana After Hour

Con il termine After Hour si intende un prolungamento dei normali orari in cui si può operare in borsa e nel mondo del trading.

Tale modifica ha dato modo a molti traders occupati di giorno, magari in un lavoro tradizionale, di poter operare in orari in cui normalmente è impossibile farlo anche se ciò, come vedremo più avanti, ha i suoi rischi.

Borsa Serale Italiana
Borsa Serale Italiana

L’estensione dell’operatività può avvenire sostanzialmente in tre modi diversi:

  • con la semplice estensione dell’orario di chiusura;
  • con la creazione di un mercato parallelo, distinto da quello principale e dando la possibilità di inserire gli ordini al mercato oltre l’orario di chiusura;
  • con ordini che però verranno effettivamente piazzati alla riapertura del mercato.

A queste tre estensioni classiche, si aggiunge poi quella del Forex (o comunque quella dei circuiti di scambio OTC), la quale supera tutte le altre con una operatività di ben 23 ore e mezza su 24.

Borsa Serale: Definizione

Il concetto di Borsa serale è stato introdotto in Italia a partire dal 15 maggio 2000, prolungando gli orari di contrattazione che andavano dalle ore 09:00 alle ore 17:30 con un altra sessione che va dalle ore 18.00 fino alle ore 20.30.

Nei 20 minuti che vanno dalle 17.30 alle 17.50 la borsa italiana prevede una pausa nella quale non verranno effettuate nessun tipo di contrattazioni.

Successivamente, dalle 17.50 alle 18.00, ci sarà una negoziazione concessa esclusivamente agli investitori istituzionali, che effettueranno operazioni di cross-order sulla base dei prezzi di chiusura della giornata di scambio.

A metà del 2016 poi, Borsa italiana ha effettuato delle modifiche nella struttura del trading serale creando un nuovo circuito: il Bit Equity MTF.

In questo sono stati fatti confluire sia l’ex MTA International (titoli azionari dell’area OCSE), ribattezzato Bit GEM, sia l’ex Trading After Hours, trasformato in segmento di MTF.

L’orario di contrattazione è rimasto invariato.  La possibilità di accedere ad esso viene offerto solo da 6 broker online sugli oltre 130 registrati dalla Consob, e permette la negoziazione di ben 108 titoli azionari.

Borsa Serale: Dove Investire

La borsa serale segue le regole del normale mercato, con l’unica differenza che non tutti gli strumenti finanziari sono contrattabili in essa.

Attualmente si effettuano scambi sui titoli che rientrano nell’indice Ftse Mib 40, nell’indice Ftse Italia Mid Cap e i Covered Warrent.

Inoltre, grazie ad una delibera Consob del 17 maggio 2017, a partire dal 3 luglio dello stesso anno si sono aggiunti i contratti Futures sull’indice Ftse Mib e Mini-Futures sull’indice Ftse Mib.

Vi è inoltre la possibilità di negoziare sui titoli del Nuovo Mercato, qualora la società sia disposta ad essere presente sul mercato.

Per ciò che riguarda invece gli orari di contrattazione, va tenuto conto che, grazie ai diversi fusi orari tra Europa e Stati Uniti, con l’apertura del mercato statunitense, si apre un ulteriore finestra di negoziazione per il nostro After Hour fino alle ore 22.00, almeno per ciò che riguarda una parte di strumenti finanziari.

Inoltre tale orario può estendersi fino alle ore 2.00 di notte, se il broker lo consente.

Rischi della Borsa Serale

Ciò che va tenuto in considerazione è che essendo i prezzi di chiusura dell’after hour diversi da quelli di apertura del mercato tradizionale, comporterà che gli ordini inseriti e non eseguiti nella borsa serale saranno cancellati alle ore 20:30, così come gli ordini inseriti e non eseguiti nella borsa diurna saranno cancellati alle 17 e 30.

A parte questo, non vi è differenza di contrattazione tra le operatività diurne e serali.

Quello che invece cambia è il rischio poichè con la chiusura del mercato diurno, il numero di traders e operatori finanziari crolla sensibilmente.

Di conseguenza, nelle ore serali, il numero degli eseguiti e dei volumi, sarà nettamente inferiore in confronto alle ore diurne.

Ciò comporta una maggior difficoltà di operare nel mercato con dei prezzi adeguati.

In quelle ore ci sono meno traders disposti a negoziare e molti meno soldi sul piatto delle negoziazioni.

I prezzi hanno meno oscillazioni, ma quelle poche hanno un importo maggiore, a differenza delle mille piccole oscillazioni del mattino.

Ciò comporta il rischio di acquistare, ad esempio, nella borsa serale, a prezzi superiori in confronto dello stesso sottostante riproposto al mattino.